09 apr 2010

Le gioie della paternità

Capita che tua figlia la mattina spalanchi la porta del bagno, entri (mentre tu sei seduto tranquillo a leggere "in der posto", leggere e tentare di fare altro) e ti dica: voglio salire. Tu la guardi un attimo da sopra gli occhiali, sorridi, posi il libro e la sollevi. E lei ti si mette a cavalcioni sopra, in una posizione perfettamente normale se non fosse che sei sulla tazza del cesso e non sul divano, e ti dice: "Leggiamo Gandalfff?". E tu apri il cassetto delle riviste, prendi uno degli opuscolini di accompagnamento alle miniature del Signore degli Anelli che cominciasti e abbandonasti tempo fa, e lo apri con lei. E guardate le figure insieme. E le dici per l'ennesima, meravigliosa volta chi è questo e chi è quello, e chi è cattivo e chi è buono, e chi è brutto e chi è bello, chi è Re, chi è Mago e chi è Orco. E chi è Elfo.
E sorridi.

1 commento:

Guisito ha detto...

Che vuoi fare? Quando hai una figlia, non puoi neppure più ... leggere in santa pace. :-)