03 giu 2009

La Controffensiva

L'argomento mi riesce davvero noioso ma due parole ce le spendo, a mo' di segnalazione. Mentre ci avviciniamo pericolosamente al terribile check-point delle elezioni europee, l'argomento che impazza è cosa avrà fatto Silvio con la ragazzetta 'e Napule, e cosa sarà mai successo in tutte queste feste a Villa Certosa. Dopo giorni di sommesso rimestare degli accusatori e di veemente occupazione di tutti i palchi pubblici da parte della Vittima, ora si è passati al contrattacco. E che contrattacco, gente!
  1. l'ex fidanzato spedisce una sgrammaticatissima e indignata lettera al Corriere spiegando i cattivi comunisti l'hanno travisato e lui voterà l'Uomo del Popolo, cioè Silvio, perché lui è un grande;
  2. la Santanché (quella di "Silvio da me la vorrebbe ma io non gliela do") dichiara di essere a conoscenza di una relazione extra-coniugale della grande accusatrice, Veronica Lario-Berlusconi, che addirittura procede da diversi anni;
  3. una ex-annunciatrice ricorda che nonostante il grande amore platonico che le suscitava, il moralissimo Presidente praticamente la rifiutò dicendole "potrei essere suo nonno" (pensate lei che rosicata);
  4. un'altra velina, di quelle delle feste alla Villa, fa uscire un libro sulla sua splendida storia finora ("Noi, le ragazze di Silvio", fatta di feste a Villa Certosa et similia) in cui parla di Silvio come un gran signore e alla fine lo mette pure nei ringraziamenti (e, succosissimo, ci rivela l'origine del "papi" anche se noi la sapevamo già, basta aggiungerci "-chulo" alla fine ed è tutto chiaro);
  5. Noemi Letizia (dopo tutte le minchiate sparate con un tantino di superficialità) sbotta: il mio ex l'hanno pagato per dire quelle cattiverie. E io a 18 anni sono diventata una sorvegliata speciale e soffro molto (strano, non volevi la notorietà? e farai pure due film grazie a 'sto scherzetto!).

La macchina ci ha messo un po' a reagire ma quando parte PARTE, non c'è che dire.

Nessun commento: